Superbonus 110

/
/
Superbonus 110

Perchè scegliere noi

Fedele alla propria Etica, Filograna Srl si è orientata sempre più nel tempo verso l’edilizia sostenibile proponendo materiali naturali ed ecologici che, coniugati ad un’architettura attenta, sviluppano soluzioni di edilizia passiva.

Filograna Srl ha sviluppato nel tempo metodologie ed acquisito professionalità per lavorare nell’ottica dei principi di efficienza energetica, sostenibilità e benessere abitativo. Per questo, ha scelto di mettere a disposizione dei propri clienti le skills sviluppate, e accompagnarli nello sviluppo della richiesta di Superbonus 110!

Cos’è Superbonus 110

Il decreto Rilancio, nell’ambito delle misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha incrementato al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, a fronte di specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi di riduzione del rischio sismico, di installazione di impianti fotovoltaici nonché delle infrastrutture per la ricarica di veicoli
elettrici negli edifici (cd. Superbonus).

Le nuove disposizioni che consentono di fruire di una detrazione del 110% delle spese, si aggiungono a quelle già vigenti che disciplinano le detrazioni dal 50 all’85% delle spese spettanti per gli interventi di: recupero del patrimonio edilizio, inclusi quelli di riduzione del rischio sismico (cd. sismabonus); riqualificazione energetica degli edifici (cd. ecobonus).
Per questi interventi, attualmente sono riconosciute detrazioni più elevate quando si interviene sulle parti comuni dell’involucro opaco per più del 25% della superficie disperdente o quando con questi interventi si migliora la prestazione energetica dell’edificio di almeno due classi, ovvero quando gli interventi sono realizzati sulle parti comuni di edifici ubicati nelle zone sismiche 1, 2 o 3 e sono finalizzati congiuntamente alla riqualificazione energetica e alla riduzione del rischio sismico.

In cosa consiste

L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’imposta lorda ed è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti o riducono il rischio sismico degli stessi. In particolare, il Superbonus 110 spetta, a determinate condizioni, per le spese sostenute per interventi effettuati su parti comuni di edifici, su unità immobiliari funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno, site all’interno di edifici plurifamiliari, nonché sulle singole unità immobiliari.

In particolare, le detrazioni più elevate sono riconosciute per le spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per le seguenti tipologie di interventi di: isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate che interessano l’involucro degli edifici, compresi quelli unifamiliari, con un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio medesimo o dell’unità immobiliare sita all’interno di edifici plurifamiliari, che sia funzionalmente indipendente e disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sulle parti comuni degli edifici, o con impianti per il riscaldamento, e/o il raffrescamento e/o la fornitura di acqua calda sanitaria sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari site all’interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno; interventi antisismici.

Detrazione del credito e sconto in fattura

Con il DL Rilancio, tutte le detrazioni per la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente sono cedibili o, in alternativa, convertibili in uno sconto in fattura da parte del fornitore. In particolare, è possibile cedere il credito corrispondente alla detrazione per interventi di riqualificazione energetica effettuati sulle singole unità immobiliari e per quelli relativi alle parti comuni di edifici condominiali. È possibile cedere il credito corrispondente alla detrazione per gli interventi di miglioramento sismico effettuati sulle parti comuni degli edifici condominiali. Il credito può essere ceduto ai fornitori e ad altri soggetti privati e con il DL Rilancio anche alle banche o agli intermediari finanziari. In caso di generazione di credito di imposta derivato dallo sconto in fattura o rimasto a disposizione del committente, per il Superbonus 110 deve essere ottenuto apposito visto di conformità di un commercialista, che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione. Diversamente dalla cessione del credito, lo sconto in fattura consiste in un contributo di pari ammontare, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi e a quest’ultimo rimborsato sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, in quote annuali di pari importo. L’opzione sconto in fattura/cessione del credito può essere effettuata in relazione a ciascuno stato di avanzamento dei lavori che, con riferimento agli interventi ammessi al Superbonus, non possono essere più di due per ciascun intervento complessivo. Il primo stato di avanzamento, inoltre, deve riferirsi ad almeno il 30% e il secondo ad almeno il 60% dell’intervento medesimo.

Scarica la guida completa dell'Agenzia delle Entrate

Formazione e Professionalità

L’utilizzo delle detrazioni è particolarmente complesso, in quanto richiede competenze specifiche giuridiche, fiscali ed economiche e per questo consigliamo di affidarvi ad un tecnico professionista competente.

Filograna Srl garantisce supporto costante e completo sulla scelta delle soluzioni tecniche più idonee.

Richiedi una consulenza:

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.