Schema di produzione

/
Schema di produzione

Le seguenti operazioni sono quelle necessarie per la trasformazione della pianta in legname.

  • Abbattimento: l’abbattimento delle piante avviene generalmente in inverno. Il tronco viene tagliato nella posizione scelta e fatto cadere; prima di fare ciò è opportuno fare una sramatura per non danneggiare gli altri alberi. L’abbattimento viene eseguito con la motosega.
  • Sramatura: la sramatura consiste nel tagliare i rami prima o dopo l’abbattimento. Se si vuole far perdere molta umidità al legno si lasciano attaccati i rami al tronco fin che la chioma non avvizzisce: infatti la traspirazione delle foglie accelera il fenomeno. I rami vengono utilizzati come combustibile.
  • Scortecciatura: la scortecciatura del fusto avviene solitamente dopo l’abbattimento, per favorirne l’essiccazione e il trasporto. Alcune volte la corteccia viene lasciata per rallentare l’essiccazione o per difendere il tronco da muffe e funghi parassiti. Questa operazione può essere eseguita a mano o a macchina.
  • Depezzatura o troncatura: consiste nel tagliare i tronchi in pezzi più piccoli, a seconda dell’uso. Ciò viene eseguito con motoseghe.
  • Trasporto: il trasporto è un problema importante perché incide sul prezzo del legname. Trasporto per via terrestre che può avvenire con vari sistemi: rotolamento, trascinamento, gravità; fluitazione (trasporto per via d’acqua): si utilizza soprattutto in Africa equatoriale, Asia e America Latina, dove la fluitazione è l’unico mezzo di trasporto possibile. Consiste nel far trasportare liberamente i tronchi dalla corrente o nel trasportarli riuniti in convogli; trasporto per via aerea: con questo sistema i tronchi vengono trasportati da teleferiche, giungendo subito in segheria.
  • Lisciviazione: è il procedimento che elimina dal legno quelle sostanze che possono imputridire. Viene realizzato con un lavaggio ad acqua corrente. E’ preferibile però eseguire una vaporizzazione: i tronchi vengono accatastati in una cella e investiti da un vapore con una umidità del 100% e ad una temperatura di 90°-100° C.
  • Taglio e stagionatura: I tronchi vengono conservati in depositi all’aria aperta, in cataste o nell’acqua, in questo modo vengono mantenuti morbidi. Successivamente questi vengono tagliati con seghe elettriche in tavole o travi. Le tavole vengono poi sottoposte a una stagionatura naturale o artificiale; stagionatura naturale: le tavole vengono messe in cataste ben areate, sollevate dal suolo e protette da tettoie: l’acqua evaporerà spontaneamente. La durata della stagionatura naturale dipende dal tipo di legname, dal suo contenuto iniziale d’acqua, dallo spessore iniziale delle tavole, dalle condizioni atmosferiche iniziali; stagionatura artificiale: viene effettuata sistemando il legname in cataste in un apposito locale che viene poi invaso da fumi caldi o da vapore acqueo. Questa operazione dura pochi giorni.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.

Filograna S.r.l.

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato.

#workinprogress